Calendario eventi

Per tenerti sempre aggiornato sugli ultimi eventi organizzati da Italia Medievale.

Set
10
dom
Serennio a.d. 1117
Set 10@10:00–18:00

Domenica 10 settembre 1117, nell’ambito dalla 28esima Festa Popolare Madonna della Campagna di Seregno (MB) l’Associazione Italia Medievale è lieta di invitarvi a “Serennio a.d. 1117“.

Il pubblico della festa farà un salto di 900 anni indietro nella storia, arrivando alle origini medievali della nostra Seregno.  Con l’aiuto di figuranti in costume d’epoca, scenografie, ricostruzioni di attrezzi e oggettistica, animali e musiche, rievocheremo il “locus Serennio”, da dove è partita la storia della nostra città. Questo locus, conteso da più parti a colpi di combattimenti e dure battaglie, era un villaggio medievale classico con antichi mestieri, stalle e circondato da campi di cereali, sottolineando ancora una volta la vocazione agricola del nostro territorio già in epoca medievale e proprio ispirandoci a questa storia durante la giornata ricreeremo l’atmosfera dell’Annus Domini 1117, per far conoscere a grandi e piccini  com’è nata la nostra città. Ai più piccoli è infatti dedicato un laboratorio ludico dal titolo ExCalibur, che li farà diventare per un giorno dei cavalieri medievali. Un gruppo di musici e sbandieratori in abiti del medioevo, ritmeranno la giornata con le loro esibizione nell’area dell’esposizione. Da non perdere nel pomeriggio alle 17,00 “La Serennio Contesa” un combattimento storico medievale con vere armature, intervallato dalla presenza di musici e sbandieratori che scandiranno il ritmo della battaglia.

Set
16
sab
Una Spirale nel Tenpo
Set 16@16:00–18:00

L’Associazione Italia Medievale è lieta di invitarvi sabato 16 settembre 2017 dalle ore 16,00 presso la Sala Conferenze del Civico Museo Archeologico di Milano (Ingrasso da Via Nirone, 7) per la presentazione del romanzo storico “Una spirale nel Tenpo” (Italia Medievale, 2017) di Manuela Ferrari. Con l’autrice intervengono Alice Guarente, Clarissa Romani e Anna Maria Panzera. Ingresso libero.

Si tratta di una vera e propria performance che, oltre alla presentazione del romanzo, prevede letture e musica medievale.

Annabel, studentessa al Conservatorio, viene richiamata dalla sua famiglia al paese tra le montagne del sud Tirolo per un tragico evento, la sparizione della sorella minore Marianne. Dopo la manifestazione per il cinquecentesimo anniversario dei processi a nove streghe avvenuti in quei luoghi nell’agosto del 1510, della ragazzina si è persa ogni traccia.
Grazie all’aiuto di un enigmatico Libraio che la condurrà, attraverso il filo di una spirale sottile che unisce il passato al presente, Annabel arriverà a comprendere le motivazioni che hanno portato all’accendersi dei roghi dell’Inquisizione in sud Tirolo, dove inquisitori tormentati hanno cercato le streghe per giustiziarle.
Prede dei loro stessi incubi, agli inquisitori non saranno sufficienti i roghi, e il fuoco per sconfiggere il male che si portavano dentro… Questo racconto che prende spunto da alcuni fatti realmente accaduti, vuole essere un’opportunità per fare conoscere ad un pubblico più ampio, un capitolo ancora misterioso della creazione della figura della strega e la persecuzione da parte dell’Inquisizione durante la fine del Medioevo.
La storia e i personaggi di questo romanzo sono un grido proveniente dal passato, una finestra sull’irrazionale. La storia si ripete.
Naturalmente il racconto è frutto della fantasia, Tuttavia, approfittando dei privilegi di cui gode chi scrive, i personaggi inventati si muovono in un contesto storico reale che ho cercato di ricostruire in maniera più fedele possibile e interagiscono con altri che sono davvero esistiti. Tutte le notizie relative a questi ultimi, quando non riguardano direttamente i loro rapporti con i personaggi di finzione, sono tratte dai testi che ho consultato. Assolutamente autentico rimane lo scenario nel quale i fatti si svolgono. I luoghi, le case e le strade esistono, come sono realmente esistite le donne che rivivono in questo racconto.

Nel Medioevo italiano è possibile incontrare l’utilizzo di “TeNpo” in luogo di “Tempo”. Ad esempio nel cronista denominato “Anonimo Senese” relativamente all’anno 1258 troviamo: “E al tenpo di Bonifazio da Bolognia, potestà di Siena si fece la chastelacia a Chamolia e a sancto Vieno e a la porta Tufi, e cominciossi a cresciare la Città”.

Alice Guarente Attrice e cantante, laureata in lettere ad indirizzo artistico con una tesi sull’esoterismo fin-de-siècle, presidente dell’Associazione Culturale ALMAprogetto e formatrice nell’ambito espressivo ed umanistico.
Clarissa Romani Soprano solista di musica da camera e’ diplomata in didattica della musica e direzione di coro.
Annamaria Panzera, regista e scrittrice, ha curato la regia di un lungometraggio tratto da un suo romanzo, presentato al festival di Venezia e a Capri Hollywood, e di due spettacoli teatrali, ‘Dal profondo’, sull’omicidio stradale, e ‘Il montagnone’, una commedia musicale a carattere satirico sull’arroganza del potere.
Manuela Ferrari di formazione umanistica, si e’ avvicinata alla scrittura dopo una lungo periodo di studi relativi alle discipline esoteriche. Ha al suo attivo quattro racconti dedicati alle feste della ruota dell’anno celtico. Da questo quinto romanzo, e’ stata tratta una pièce teatrale e La riduzione si aggiudicata il quarto posto alla rassegna Philobiblon del 2016 indetto da Italia Medievale.