Gubbio nel Trecento

Quando:
18 febbraio 2017@16:00–18:00
2017-02-18T16:00:00+01:00
2017-02-18T18:00:00+01:00
Dove:
Civico Museo Archeologico di Milano
Via Nirone
7, 20123 Milano
Italia
Costo:
Gratuito
Contatto:
Italia Medievale
333 5818048

Sabato 18 febbraio 2017 alle ore 16,00 l’Associazione Italia Medievale e Archeobooks sono lieti di invitarvi alla presentazione del saggio “Gubbio nel Trecento. Il comune popolare e la mutazione signorile (1330-1404)” (Viella, 2016) di Alberto Luongo che si terrà nella Sala Conferenze del Civico Museo Archeologico di Milano (Ingresso da Via Nirone, 7). Intervengono l’autore e Paolo Grillo (Università degli Studi di Milano). Ingresso libero.

Tradizionalmente diviso a metà fra gli ultimi sussulti comunali e le premesse signorili del Rinascimento, con al centro una crisi demografica di portata epocale dovuta alla Peste Nera, il Trecento italiano è stato raramente oggetto di monografie che abbiano provato a considerarlo nel suo insieme. Il finora poco conosciuto caso di Gubbio, con la sua ricca documentazione, si presta bene ad un tentativo del genere, che tenga conto di prospettive storiografiche aggiornate. La città umbra fu infatti il teatro di molti fenomeni caratteristici del periodo: il massimo sviluppo del comune di Popolo, i tentativi di governo personale, la soggezione diretta allo Stato pontificio, fino alla “mutazione signorile” con la dedizione della città al conte Antonio da Montefeltro, che inaugurò il dominio secolare della sua stirpe.

Alberto Luongo è assegnista di ricerca presso l’Università di Pisa. Si occupa in particolare di storia delle città dell’Italia centro-settentrionale fra XII e XIV secolo.

Paolo Grillo è docente di Storia Medievale, Analisi e interpretazione delle fonti della storia medievale e Storia delle istituzioni militari all’Università degli Studi di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

11 + 14 =