Topographia Hibernica

Quando:
11 novembre 2017@16:00–17:30
2017-11-11T16:00:00+01:00
2017-11-11T17:30:00+01:00
Dove:
Civico Museo Archeologico di Milano
Via Nirone
7, 20123 Milano MI
Italia
Costo:
Gratuito
Contatto:
Italia Medievale
333 5818048

Sabato 11 novembre 2017 alle ore 16,00 l’Associazione Italia Medievale e Archeobooks sono lieti di invitarvi nella Sala Conferenze del Civico Museo Archeologico di Milano (Ingresso da Via Nirone, 7) per la presentazione del libro “Topographia Hibernica” di Giraldo Cambrense (Virtuosa-Mente Edizioni, 2017). Traduzione e commento di Fabrizio De Falco. Intervengono Fabrizio De Falco e Sonia Maura Barillari. Ingresso libero.
La Topographia Hibernica, scritta nel 1188 e poi ampliata, è la prima opera dedicata all’Irlanda da uno straniero. L’autore, Giraldo Cambrense, fu un chierico attivo alla corte del re d’Inghilterra Enrico II Plantageneto all’epoca della conquista inglese dell’isola. La Topographia volle essere prova di talento letterario ma anche opera informativa, che svelasse i misteri di una terra ai confini dell’Occidente. Mescolando osservazioni naturalistiche, cronache e mirabilia, Giraldo scrisse un’opera che divenne poi un best-seller.
Fabrizio De Falco è dottorando al Dipartimento di Storia, Culture e Civiltà all’Università degli Studi di Bologna.
Sonia Maura Barillari è professore associato di Filologia romanza presso l’Università di Genova. Dal 2002 al 2005 ha ricoperto il ruolo di coordinatrice didattica nel corso post-laurea per la formazione di «Promotori dei beni culturali» (DIRAS, Università di Genova). Dal 1997 al 2002 ha avuto contratti di docenza presso l’Università IULM di Milano, e nell’A.A. 2004-2005 ha tenuto il corso di Filologia romanza presso Università Statale di Milano. Dal 2011 fa parte del collegio docenti del Corso di dottorato «Filologia, interpretazione e storia dei testi italiani e romanzi» (Università di Genova). Dal 1996 è membro del Comitato scientifico del «Laboratorio Etno-Antropologico di Rocca Grimalda», dal 2006 è membro del Comitato scientifico dell’«Istituto per i Beni marionettistici e il Teatro popolare», dal 2011 collabora con l’«Instytut Studiów Klasycznych, Śródziemnomorskich i Orientalnych» dell’Università di Wroclaw. Dal 2008 è membro del Comitato scientifico di «Orma. Rivista di studi etnologici e storico-religiosi», dal 2012 del Comitato scientifico della rivista «Italica Wratislaviensia» (Università di Wroclaw). Dal 2009 è membro del Comitato direttivo della rivista «L’immagine riflessa, Testi, società, culture», di cui dal 1992 cura la redazione. Dal 2012 è direttore (con Franco Pezzini e Andrea Scibilia) della Collana «Autunnonero. Studi sul Folklore e il fantastico», Roma, Aracne Editrice, e membro del comitato scientifico della Collana «Metamorphoseion», Roma, Aracne Editrice. Si occupa in prevalenza di letteratura edificante e di teatro medievale, supportando l’interpretazione dei testi (mediolatini e romanzi) con i dati desunti dall’analisi delle tradizioni folcloriche a essi coeve. Altri suoi campi di interesse sono l’analisi codicologica, la critica dantesca, il rapporto fra testo e immagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 × 2 =