home

entra nel sito
eventi
novità
chi siamo
statuto
progetti
personaggi
contributi
convenzioni
segnalazioni
adesioni
mailing list
forum
video
link
Blog

MedioEvo Weblog

Italia Medievale

Libreria Medievale

Arte Medievale

Musica Medievale

Espana Medieval

Europa Medievale
Milano Medievale

Platea Medievale

Polonia Medievale
Galleria Medievale
Poesia Medievale
Siti Medievali
Racconti Medievali
Blog Eventi
Medioevo in Libreria
Premio Italia Medievale
Pisa 1063 A.D.
Terre Viscontee
Premi

© Premio Italia Medievale

© Philobiblon, Premio Letterario Italia Medievale
Concorso ACIM
Canali Video Acim
YouTube
Vimeo
LiveStream
WorldTV
Dailymotion
VodPod
Weoh
ACIM

Medioevo in Tavola

La felpa, la t-shirt e la borsa dell'Acim
Sostienici
Viaggia con noi nell'Italia medievale
Come with us across medieval Italy
Italia Medievale Bookshop

Castello Visconteo di Cassino Scanasio
Testo e immagini di Luca Palumbo
 
 

Castello di Cassino Scanasio (MI)

 

 

Maggiore presenza storico-artisitca nel territorio del Comune di Rozzano (MI), il Castello Visconteo di Cassino Scanasio è di fabbrica tre-quattrocentesca.
Un tempo era circondato da un fossato ora riempito occultando la base delle torri. L'accesso avviene attraverso un ponte in muratura con parapetto; sulla chiave dell'arco d'ingresso è scolpita la biscia viscontea. La muratura perimetrale portante in mattoni pieni; alla sommità corre la merlatura sostenuta da mensole in mattoni. La struttura portante del tetto è costituita da travatura lignea.
L'origine del Castello di Cassino non è di immediata datazione. Documenti risalenti all'anno mille citano, a proposito di passaggi di eredità, beni situati nel luogo di "casinae scanasane" e l'esistenza di un edificio rurale fortificato sarebbe documentata già a partire dall'XI secolo, ma la sua effettiva presenza territoriale è riconducibile alla più tarda epoca signorile. Nel '400 il Castello venne restaurato e l'intero borgo divenne una sorta di casale agricolo fortificato. Nei primi anni del XVI secolo, il complesso venne acquistato dalla famiglia Trivulzio che ne trasformò completamente l'immagine. Esso si trasformò da castrum in dimora di campagna con la costruzione delle torri cilindriche tuttora visibili. Nel 1836 fu acquistato dalla famiglia Visconti di Modrone, riacquistando importanza nel secolo XVIII, trovandosi in posizione centrale nelle grandi trasformazioni agrarie del milanese. Il Castello di Cassino è reso interessante da caratteristiche decorazioni a graffito e finestre ad archi in stile gotico.
Per chi percorre la tangenziale Ovest di Milano frequentemente il Castello è all'uscita di Rozzano. Subito sotto. Che sia un castello visconteo è evidente. Se non bastasse la pianta quadrangolare, è sufficiente vedere le rosse finestre a sesto acuto per intuirne la provenienza. Quattro torri a pianta circolare agli angoli, delle quali una sola merlata, mentre le altre sono state abbassate e coperte, sono aggiunte successive. In genere i castelli viscontei avevano agli angoli quattro torri quadrate a sporgere rispetto al castello. Mentre intormo tutto è stato restaurato ed è diventato appartamenti, il castello è in un pietoso stato di abbandono. Peccato, a mio avviso è ancora recuperabile con cifre non ingentissime.

Votalo come Luogo del Cuore nel sito del FAI.

clicca sulle immagini per ingrandirle

Bookmark and Share


Creative Commons License




Luca Palumbo

Sono un quarantaduenne alla perenne ricerca di castelli. Artigiano nel settore delle costruzioni meccaniche, ho la mania dei castelli e li vado a cercare dappertutto. Da qualche tempo ho iniziato ad interessarmi anche ai monasteri e alle chiese di epoca medievale, ma la passione più grande è per le merlature. Altre passioni sono per la meccanica ed i vecchi transatlantici. Transatlantici e castelli hanno in comune il fatto di esser realizzati dall’unione molte di molte persone che, come diceva un mio amico, si spezzavano la schiena per metterli in piedi, quando l’abilità dell’uomo era l’unica cosa che contava.

Scrivi a Luca Palumbo.