home

entra nel sito
eventi
novità
chi siamo
statuto
progetti
personaggi
contributi
convenzioni
segnalazioni
adesioni
mailing list
forum
video
link
Blog

MedioEvo Weblog

Italia Medievale

Libreria Medievale

Arte Medievale

Musica Medievale

Espana Medieval

Europa Medievale
Milano Medievale

Platea Medievale

Polonia Medievale
Galleria Medievale
Poesia Medievale
Siti Medievali
Racconti Medievali
Blog Eventi
Medioevo in Libreria
Premio Italia Medievale
Pisa 1063 A.D.
Terre Viscontee
Premi

© Premio Italia Medievale

© Philobiblon, Premio Letterario Italia Medievale
Concorso ACIM
Canali Video Acim
YouTube
Vimeo
LiveStream
WorldTV
Dailymotion
VodPod
Weoh
ACIM

Medioevo in Tavola

La felpa, la t-shirt e la borsa dell'Acim
Sostienici
Viaggia con noi nell'Italia medievale
Come with us across medieval Italy
Italia Medievale Bookshop

Subiaco e i Monasteri Benedettini
Testo di Associazione Culturale Ora et Labora
 
 

Scorcio di Santa Scolastica

 

 

Subiaco è un piccola cittadina che si trova nella provincia di Roma, nata lungo le rive del fiume Aniene in prossimità della maestosa villa dell’imperatore Nerone. Scelta da San Benedetto da Norcia come luogo della sua “fuga mundi” ha avuto, grazie al santo, il privilegio di essere all’origine di un ordine monastico che ha influenzato la nostra società occidentale.
Famosa soprattutto per i Monasteri Benedettini, la cittadina di  Subiaco, uno dei Borghi più belli d’Italia, è infatti il luogo d’origine del monachesimo occidentale, fondato da San Benedetto da Norcia il quale, lasciata la famiglia e gli studi, decise, nel VI secolo, di ritirarsi qui a vita eremitica, nella grotta famosa con il nome di Sacro Speco. Dall’esperienza del giovane Benedetto, al tramonto dell’Impero romano d’Occidente, nasce l’ordine benedettino, uno dei più importanti e antichi della Chiesa Cattolica, che preserverà la cultura cristiana e classica durante i “secoli  bui” ed avrà un ruolo cruciale nella cristianizzazione dell’Europa.
Nel corso dei secoli Subiaco è stata anche centro feudale, questo porterà al passaggio e all’alternarsi di personaggi importanti come Rodrigo Borgia, il futuro papa Alessandro VI, personaggi della famiglie Colonna e Barberini, papi come Pio VI e Pio IX, solo per citarne alcuni. Questi, in qualità di commendatari, hanno lasciato le loro tracce soprattutto negli splendidi appartamenti della Rocca Abbaziale, la cui costruzione fu voluta dall’abate Giovanni V nell’XI secolo.

I Monasteri Benedettini di Subiaco

Una vacanza a Subiaco non può prescindere dalla visita ai Monasteri Benedettini.
Il Monastero di Santa Scolastica, è il più antico monastero benedettino al mondo, protocenobio dell’ordine, sede vescovile e di una delle biblioteche più antiche e importanti d’Italia che ispirò le pagine de "Il Nome della Rosa" di Umberto Eco e che ospita i primi libri stampati nel nostro Paese.
Simbolo della storia e dell’operosità della comunità monastica, il monastero di oggi è il risultato di 15 secoli di stratificazioni architettoniche, di costruzioni e di ampliamenti testimoni di una vita ininterrotta fino ai nostri giorni. Sono visitabili i tre splendidi chiostri, uno cosmatesco, uno gotico e uno rinascimentale, la Chiesa Neoclassica opera dell’architetto Giacomo Quarenghi e costruita dentro le mura di una chiesa gotica.
La biblioteca del monastero di Santa Scolastica con i suoi 100.000 volumi tra manoscritti miniati, opera dei monaci amanuensi, documenti, incunaboli, cinquecentine e testi moderni è una delle più importanti nel nostro Paese. Nel XV secolo ospita il primo torchio a stampa della storia italiana, grazie al quale, proprio qui vengono stampati i primi libri in Italia, i cosiddetti incunaboli sublacensi.
Il Monastero di San Benedetto o Sacro Speco, venne costruito a partire dall’XI secolo intorno alla grotta dove S. Benedetto visse i suoi primi tre anni a Subiaco, come eremita. Vero scrigno di spiritualità e arte è anche un esempio mirabile di architettura medievale. Costruito aggrappato alla parete rocciosa, come un “nido di rondini” è stato completamente affrescato nel corso dei secoli XIII-XVI da artisti delle più prestigiose scuole pittoriche italiane, tanto da renderlo uno dei monasteri più belli d’Italia.

Cosa fare a Subiaco
A Subiaco i turisti hanno molte possibilità di trascorrere una giornata o un weekend con attività adatte a tutti i gusti e le età. Si può iniziare la mattina con un’emozionante discesa in rafting lungo il fiume Aniene, per un percorso di più di 4 km, adatto sia ai bambini sia ai più grandi.
Per chi poi ama la natura Subiaco è al centro del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini con i suoi sentieri, torrenti, grotte, le sue vette, i borghi e i paesaggi mozzafiato. La vicina località di Monte Livata ospita la più grande faggeta d’altura d’Europa e, per l’inverno, piste da sci sia di discesa che di fondo, perfetta per le vacanze in famiglia e per chi vuole una pausa dalla routine o dallo stress quotidiani.

I Monasteri di Subiaco sono visitabili tutti i giorni dell’anno, nei seguenti orari: 9.00-12.30 / 15.00-18.30.

Per gruppi dalle 10 persone in su si prega di contattare il numero 347 690 8493 così da concordare un orario di arrivo e la presenza dedicata di una guida per entrambi i monasteri. Si consiglia di chiamare per non incorrere in file o attese dovute ad altrui prenotazioni.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci all’indirizzo mail: monasterisubiaco@hotmail.com.

Link: www.monasteri-subiaco.it

Bookmark and Share


Creative Commons License




Associazione Culturale Ora et Labora

I volontari dell'Associazione culturale Ora et Labora, da quasi 20 anni, si impegnano per promuovere la cultura monastica benedettina nel nostro paese attraverso l'accoglienza dei pellegrini presso i Monasteri benedettini di Subiaco. Le attività dell'associazione
prevedono la promozione della cultura monastica attraverso l'animazione culturale dei pellegrini che giungono a Subiaco,
itinerari educativi per studenti di ogni ordine e grado, organizzazione di eventi di tipo culturale. L'Associazione accoglie i pellegrini tutti i giorni dell'anno presso i Monasteri di Subiaco.

Visita il sito.