ASSOCIAZIONE CULTURALE ITALIA MEDIEVALE

La regola del colore
Sabato 5 aprile 2008, alle ore 17,00 alla Libreria il Libraccio, in Via Candiani, 102, Milano, l'Associazione Culturale Italia Medievale è lieta di invitarvi alla presentazione dell'ultimo libro di Silvio Valota, “La regola del colore”. (Edizioni Pendragon, 2008, pp. 378, € 15,00). Ingresso libero. Seguirà rinfresco.
clicca sulla locandina per ingrandirla e stamparla in formato A4.

Agli inizi del XII secolo, in Borgogna, un tranquillo villaggio viene sconvolto dalla scorreria di un esercito violento e sadico. Franchon viene rapita, portata in città e costretta alla prostituzione. Il suo amato Efrem, azzoppato da una freccia nemica e ormai inabile al lavoro, entra in abbazia e si appassiona alla pittura, scoprendo la forza della creatività e i prodigi del colore. Il giovane, incoraggiato dal saggio abate Odilon e circondato da un devoto gruppo di allievi, si lancia nella scommessa più difficile: rappresentare la vita della gente sulle immense superfici della cattedrale che Guinéfort, signore di Macôn, ha iniziato a costruire. Attraverso l’arte, Efrem vuole infondere speranza nell’anima dei fedeli, e indagare il senso della vita e il mistero della morte in una ricerca incessante dell’armonia e della bellezza. Franchon, lontana da lui, si cimenterà in un’impresa non meno ardua: la faticosa conquista della propria libertà. Un romanzo corale costruito su un impianto storico rigoroso, un’appassionante epopea dello spirito che affronta i grandi interrogativi di ogni tempo in un confronto serrato tra ascetismo e sensualità.

Silvio Valota.

Dipingere da oltre 45 anni. Paesaggi, l’acqua, le nubi dei cieli nordici.

Amare la musica. Il ritmo della cornamusa, ma anche la sinfonica.

Ammirare gli equilibri imponenti delle architetture medievali…

Tutto questo fa parte della storia dell’autore.

Che nella vita professionale si occupa di formazione comportamentale. Ma che poi ama divagare nel sogno.

E in questo romanzo il sogno si è popolato proprio di musica e di arte, nel pensiero che solamente la bellezza può riscattare il mondo dalle sue disarmonie.

Oggi, Silvio Valota sta scrivendo il seguito della ‘Regola del Colore’, in un intreccio complesso che promuove l’affermazione della cultura e dell’istruzione, nel mondo dei tempi di Efrem.

Ma sta scrivendo anche vicende del carcere di San Vittore, che raccoglie dal cappellano don Luigi.

E anche storie del tempo della seconda guerra mondiale. Non grandi battaglie o loschi intrighi dei servizi segreti, ma il vivere quotidiano delle persone qualunque. Che però sanno porre sorprendenti gesti di grande coraggio nelle situazione più pericolose.

Gli piace guardare il mondo pensando a come potrebbe essere, invece di com’è.

E per far questo con profitto, forse un buon sistema è quello di ascoltare: le parole della gente, i battiti del cuore. I pensieri che non si osa dire.

© 2003-2008 Associazione Culturale Italia Medievale