ASSOCIAZIONE CULTURALE ITALIA MEDIEVALE

Storie di Ieri per la vita di oggi. Conoscere Pisa


L’Associazione Culturale Italia Medievale, in collaborazione con l’Associazione Culturale Il Mestiere di Sognare, la Compagnia d’Arme Medievale Aquila Bianca, la Circoscrizione 5 del Comune di Pisa, la Magistratura del Gioco del Ponte,”San Michele” e l'Associazione culturale Il Cerchio di Luce,

è lieta di presentare il progetto “Storie di Ieri per la vita di oggi. Conoscere Pisa

PREMESSA

Negli ultimi decenni, gli agglomerati urbani hanno perso del tutto o in buona parte i loro connotati architettonici e le campagne che circondavano gli insediamenti, hanno subito una repentina e talvolta selvaggia, urbanizzazione. Non ne è stata immune la nostra Pisa. E’ assai complicato per un ragazzo dei nostri giorni, percepire quali fossero, in epoche passate, i confini della città, i limiti degli insediamenti, la rete viaria. I fenomeni migratori o altre cause legate al mondo del lavoro, hanno contribuito poi ad alimentare una società spesso multietnica, multirazziale, sempre meno identificabile e sempre meno consapevole della storia di un territorio. Al di là degli splendidi monumenti visibili e fruibili, la storia di Pisa è oggi più che mai celata tra maglie di cemento e incomprensibili sensi unici.

SCOPO DEL PROGETTO

L’ACIM, con il progetto  “Storie di Ieri per la vita di oggi. Conoscere Pisa”, si prefigge l’obiettivo di coinvolgere gli studenti in un percorso semplice ma organico, capace di richiamare l’attenzione su alcuni elementi peculiari della storia cittadina. Presentando la storia in modo ludico e creativo, si indurrà gli studenti a sentirsi parte integrante della vita passata e quindi presente, di un territorio, infondendo un senso di appartenenza. Far immedesimare i ragazzi nei combattenti o negli architetti medievali, potrà risultare funzionale e complementare alle nozioni canoniche apprese nel corso degli studi.  Appropriandosi delle Storie di Ieri, sviluppando un senso di  integrazione e coscienza di se, in seno ad una collettività, i ragazzi potranno probabilmente osservare con occhi diversi, la propria città, provarne un maggiore rispetto, viverla in modo più responsabile.

FASI DI ATTUAZIONE

Il progetto prevede l’integrazione dell’offerta formativa, con tre momenti di attività da realizzarsi in ambiente intra scolastico, in periodi e modalità da concordare col corpo docente. Tutto il lavoro di formazione è poi funzionale alla realizzazione di un quarto momento, evento ludico-culturale, connotato dall’ambientazione medievale, dove gli studenti giocheranno il ruolo di attori e protagonisti, inscenando un episodio della vita storica della città.

1° Intervento intra scolastico a cura dell’ACIM - 29 marzo 2008

Pisa nell’anno Mille. Ricostruzione dell’assetto urbano, Storia e Curiosità.
Auser, Ozeri e Arno, I fiumi navigabili di Pisa.
Le pietre della Cattedrale, dalle cave dei monti pisani alla Piazza del Duomo.

2° Intervento intra scolastico a cura della Compagnia d’Arme Medievale Aquila Bianca - 5 aprile 2008

Armati ed armamenti in epoca medievale. I combattenti di Pisa.
L’esercito cittadino.
La scherma medievale: Dimostrazione pratica a cura dei maestri d’arme.

3° Intervento intra scolastico a cura dell’ACIM - 14 aprile 2008

La matematica e le unità di misura del medioevo
I punti cardinali nel medioevo. Orientare una chiesa.
Il calendario medievale Pisano

4° Intervento extra scolastico a cura di tutte le Associazioni ed istituzioni coinvolte

Pisa 11 maggio 2008 Viale delle Piagge. Ore 10.00 – 12.00

Rievocazione storica della cacciata dei Normanni dalla città di Messina avvenuta nel 1194 ad opera delle armate dell'imperatore Tedesco Enrico VI con l'aiuto della Flotta Militare Pisana

Programma

Ore 10.00

Allestimento dell’accampamento medievale.
Suddivisione degli studenti in tre schiere di armati agli ordini dei maestri d’arme.
Teatralizzazione dell'evento che vede nell'ordine:
- Gli ambasciatori del popolo di Messina che invocano l'aiuto dell'Imperatore.
- I messi di Enrico VI che chiedono a Pisa aiuto nell'impresa.
- La marcia dei due eserciti uniti verso la Sicilia
- L'assedio, il combattimento e la vittoria.

Nota 1

La presa di Messina è un evento storicamente certo che non crea e comunque non da adito, per i connotati storici che lo caratterizzano, a nessuno scontro ideologico, culturale o religioso che possa coinvolgere gli studenti di etnie o confessioni diverse. Pur essendo un episodio “minore” della storia pisana, si presta comunque molto bene alla teatralizzazione e alla realizzazione di tre schieramenti.

I docenti nel periodo di preparazione, contribuiranno a preformare gli schieramenti, ad attribuire i colori e le insegne, a comporre motti e inni. Il tutto per ricreare al momento della festa, il senso di unità e di condivisione.

Nota 2

Nello stesso contesto urbano, dopo la pausa pranzo avrà luogo il Primo Torneo Scherma Medievale Città di Pisa

I maestri d’arme si affronteranno combattendo in duelli singoli e scontri di gruppo per tutto il pomeriggio.

Il Torneo, vuol essere il proseguimento ideale della festa mattutina e può consentire ed offrire ulteriori spunti di apprendimento.

MATERIALE NECESSARIO

Le attività intra scolastiche non prevedono nessun costo e nessun dispendio da parte dell’Istituto. Per la realizzazione della festa, sarebbe opportuno ed anche importante, poter abbigliare gli studenti in guisa di cittadini ipoteticamente medievali. E’ sufficiente poter formare tre  gruppi distinti che si possano identificare e reciprocamente riconoscere, utilizzando  magliette in tinta unita di diverso colore. Oppure confezionare semplicissimi copricapo in cartoncino o comunque immaginare o creare un semplice segno distintivo, coinvolgendo gli studenti stessi. Le uniche armi utilizzabili dagli studenti, dovranno eventualmente essere i cuscini-scudo, normali cuscini di casa, magari uniformati nel colore, da usare come innocua arma di offesa e come scudo di difesa.

MATERIALE BIBLIOGRAFICO CONSIGLIATO ad uso degli studenti

Barboni, Cagianelli, Saperi: PISA la fabbrica dei Miracoli, Felici Edizioni. Pisa 2006
Sodi, Cavazza: Storia di Pisa, ETS Edizioni, Pisa 2006

Associazione Culturale Italia Medievale
Associazione Culturale Il Mestiere di Sognare
Compagnia d’Arme Medievale Aquila Bianca
Circoscrizione 5 del Comune di Pisa
Magistratura Gioco del Ponte”San Michele”
Associazione culturale Il Cerchio di Luce
Istituto Comprensivo Vincenzo Galilei


18 maggio 2008: Gli onori della stampa per la giornata conclusiva di questa entusiasmante avventura (clicca sull'immagine per ingrandirla)


Pisa, 6 giugno 2008

Si è svolta oggi nell'Aula Magna dell'Istituto V. Galilei in Pisa, la cerimonia di chiusura dell'anno scolastico. In una sala gremita da studenti ed insegnanti, hanno preso posto oltre al Preside Professoressa Cettina Battaglia, il Presidente del Consiglio Comunale Titina Maccioni e l'Assessore con delega alla Pubblica Istruzione Maria Luisa Chiofalo.

La cerimonia straordinaria, è stata fortemente voluta dal Preside per suggellare il progetto che ha visto l'ACIM promuovere e corroborare un iter parallelo di educazione alla storia, rispetto alla canonica didattica.

Il progetto nato con il supporto e la collaborazione di altre realtà associazionistiche locali, ha permesso al referente ACIM per la Toscana dr. Sergio Costanzo di proporre tre momenti didattici relativi alla storia di Pisa e del suo territorio negli anni dal 1000 al 1194.

La proposta dell'ACIM mirava radicare nell'animo dei giovani studenti, nozioni storiche che potessero contribuire alla formazione di una identità storica e cittadina. Tutto questo per incrementare il senso di appartenenza, riconoscimento e rispetto di un territorio urbano, sempre più degradato e spogliato dei suoi sensi profondi.

Gli alunni sono stati stimolati ogni volta, ed hanno risposto entusiasticamente, a produrre report o a preparare ricerche pertinenti agli argomenti trattati. I lavori dei ragazzi, hanno rasentato in molti casi, un'assoluta perfezione storica e filologica.

Dopo tre lezioni a carattere storico, l'11 maggio scorso gli alunni della scuola, coordinati dai loro insegnanti hanno dato vita alla rappresentazione ludico teatrale della cacciata dei Normanni da Messina ad opera dell'esercito Tedesco-Pisano, nel Dicembre del 1194.

I ragazzi del Galilei, hanno attraversato la città sapientemente vestiti in guisa di combattenti medievali, suscitando curiosità ed ammirazione.

Al luogo convenuto, hanno trovato ad attenderli, nella cornice di un perfetto accampamento, 24 maestri d'arme, esperti di scherma medievale. Le Compagnie dei Fanti di Spade, dell'Aquila Bianca, della Vergine di Ferro e dei Grifoni Rampanti, provenienti da varie città toscane, hanno preso parte attiva nella rappresentazione.

Nel ruolo di Narratore (sui trampoli) magistralmente interpretato, l'attore Alessandro Bargana, della Compagnia dello Stilepisano.

La rievocazione storica si è conclusa col plauso del folto pubblico convenuto e con l'approvazione ed il ringraziamento delle autorità presenti.

Lo die Glorioso, è proseguito nel pomeriggio con lo svolgimento del 1° Torneo di scherma Medievale Città di Pisa.

La cerimonia di questa mattina, oltre a suggellare un successo, ha gettato anche le fondamenta per la riproposizione del progetto nel prossimo anno.

L'assessore Chiofalo ha infatti auspicato una riproposizione ed anzi un ampliamento dell'impianto progettuale.

Dopo la consegna di fiori e piccoli ricordi, sono state consegnate a sei alunni dell'Istituto, le tessere di Socio ACIM per premiare le relazioni storiche più riuscite ed interessanti.


Alcune immagini dell'iniziativa. Clicca per ingrandire

© 2003-2008 Associazione Culturale Italia Medievale

Internet Map
Finalmente nelle librerie